TORNA ALLA COLLANA "ACADEMIA"

a cura di
GIORGIO SACCHETTI

Veglia Anarchica Mensile
(1926-1927)

240 pp.
25,00 euro
ISBN 979-12-80097-08-8

ACQUISTA ON LINE

SCARICA LA SCHEDA

“Veglia” (1926-1927), periodico anarchico in lingua italiana, è qui integralmente ristampato e reso fruibile agli studiosi e ai lettori. Otto numeri intensi per contenuti letterari, informazioni e dibattito politico sull’attualità più stringente, ricchi di collaborazioni e firme autorevoli. Otto numeri in un arco temporale breve, cruciale, febbrile. Grafica raffinata e accurata, stampato a Parigi, destinato all’antifascismo in esilio e a svegliare le coscienze in Italia, diventa crocevia di intellettuali e punto di riferimento libertario per l’irrequieto milieu artistico europeo. Forte l’impronta della sua promotrice: Virgilia D’Andrea (1888-1933), “maestrina” di Sulmona, poetessa della rivolta, giornalista militante e dirigente sindacale che vivrà buona parte della sua vita in esilio. Nella Parigi di quegli anni – covo di profughi e senzapatria – “Veglia”si fa voce cosmopolita e transnazionale, urlo contro l’ingiustizia, scelta di campo dalla parte degli sfruttati e dei reietti, disperata richiesta di riscatto sociale per gli ultimi, di emancipazione e libertà.

Rassegna

 

Giorgio Sacchetti insegna Storia contemporanea all’Università degli Studi dell’Aquila; i suoi ambiti di ricerca riguardano la labour history e gli anarchist studies. Già direttore responsabile della “Rivista Storica dell’Anarchismo”, tra le sue pubblicazioni più recenti: Eretiche. Il Novecento di Maria Luisa Berneri e Giovanna Caleffi (2017); Pugni chiusi. Storia transnazionale di un Sessantotto di periferia (2018); Sans frontière. Umberto Marzocchi (1900-1986), penseur et acteur de l’anarchisme international (2020).

 

Giorgio Sacchetti